Pesche all’Amaretto

Descrizione

La pesca è il frutto dell’estate … e le pesche all’amaretto sono il dolce … di tutto l’anno …

E’ infatti una delizia per il palato di tutti questa tipica ricetta di Alba e delle Langhe.

Le nostre migliori pesche, coltivate nei nostri frutteti di Alba, “capitale delle Langhe”,  vengono raccolte al punto giusto di maturazione e lavorate dopo poche ore, per essere poi  cotte con la sola aggiunta di biscotti amaretti, cacao e zucchero di canna.

E’ un classico dessert “a cucchiaio” per uno sfizioso fine pasto, si abbina anche perfettamente sulla panna cotta, sul gelato o nello yogurt.

Il metodo di lavorazione a cielo aperto” è il classico metodo utilizzato sin dai tempi più antichi per la conservazione della frutta. La frutta infatti dopo essere stata attentamente pulita e lavata viene semplicemente cotta in pentola.

E’ ottimo l’abbinamento sul pane appena tostato, “imbiancato” con burro di alpeggio. Otteniamo una ricca e salutare colazione o merenda raffinata!

Sono ottime da utilizzare come ripieno per le pesche al forno.

Informazioni elementari

Nome prodotto: Pesche all’amaretto
Categoria: Specialità
Peso netto: 345 g.
Ingredienti: Pesche, zucchero di canna,  amaretti 8 % (zucchero, armelline, albume d’uovo, proteine del latte,
aromi, ag. liev.: bicarbonato di ammonio), cacao.

Materia prima

Origine: Piemonte
Varietà: Pesche (Persica vulgaris)
Tipo di coltivazione: biologica certificata
Contesto climatico della raccolta: asciutto
Data della raccolta: agosto
Tipo di raccolta: manuale

Caratteristiche Varietali

Le pesche (Prunus persica var. Persica vulgaris) sono i frutti di un albero appartenente alla famiglia delle Rosaceae, sottofamiglia Prunoideae, è giunto sino a noi dalla Persia, da qui il nome botanico di Prunus persica.

L’albero è originario della Cina dove fu considerato simbolo d’immortalità, e i cui fiori sono stati celebrati da poeti, pittori e cantanti. L’albero raggiunge dimensioni modeste fino a 7/8 metri.

I fiori, a 5 petali, colorati in rosa più o meno intenso. Le foglie sono lanceolate, strette, seghettate. I frutti sono drupe carnose, tondeggianti, solcate longitudinalmente da un lato, coperte da una buccia tormentosa di colore rosso/giallo.

La polpa è succulenta, di sapore zuccherino più o meno acidulo, di color bianco, giallo o verdastro. La pesca ha una tipica consistenza polposa e succosa che è dovuta all’elevato contenuto in acqua

Processo produttivo

Tutto il processo produttivo è svolto manualmente secondo l’antica tradizione contadina della produzione casalinga. La frutta in copiosa quantità nella stagione estiva veniva trasformata in questo delizioso dessert per essere poi consumata in inverno.

Il metodo di lavorazione a cielo aperto” è il classico metodo utilizzato sin dai tempi più antichi per la conservazione della frutta. La frutta infatti dopo essere stata attentamente pulita e lavata virene semplicemente cotta in pentola con la sola aggiunta di amaretti, cacao e zucchero di canna.

Otteniamo così un prodotto che esalta il sapore del frutto utilizzato e con le caratteristiche artigianali che solo le nostre mamme possono eguagliare.

Lascia un commento

Il vostro indirizzo email non sarà pubblicato I campi contrassegnati sono richiesti *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This